COME AUMENTARE LE VISUALIZZAZIONI SU BOOKING

La case history Arenula Suites dimostra come aumentare le visualizzazioni su Booking grazie ad un servizio fotografico professionale e di qualità

La maggioranza delle strutture alberghiere ed extra-alberghiere affidano alle OTA – Booking ed Expedia per il 70% – la gestione delle prenotazioni online. Quando ricevo una richiesta di preventivo da parte di un albergo o di un bed and breakfast so già quanto, per il mio cliente, sia importante il ranking online. E so anche che se mi sta contattando è perché vuole aumentare l’appeal della propria pagina grazie ad un servizio fotografico di qualità, perché impressioni, clic e prenotazioni aumentino. Per molti si tratta ancora di una teoria – basti pensare che tantissime pagine su Booking o Expedia vengono accompagnate da fotografie fatte con il cellulare – ma chi dice che fotografie professionali aiutino l’attività online afferma una sacrosanta verità.

E’ vero, il fattore di conversione del cliente è determinato da tanti aspetti. Il prezzo, la posizione della struttura, il comfort e qualche optional di rilievo come il WiFi, ma non di meno – la fotografia – vi aiuterà più di qualsiasi altra cosa a far scattare nel cliente l’emozione che lo porterà per un momento a non pensare al prezzo.

L’OSPITE VALUTA L’ESPERIENZA TURISTICA
IN MODO DEL TUTTO IRRAZIONALE

La banalizzazione di questo aspetto è un’abitudine – ahimè – tutta italiana. Nonostante tutto oggi, dati alla mano, posso affermare che non è così. Le statistiche di Booking hanno dimostrato come il caricamento di un buon servizio fotografico dia alla struttura più rilevanza e permetta il conseguimento di un miglior risultato.

La case history di cui voglio parlarvi vede protagonista Arenula Suites, una deliziosa struttura extra-alberghiera, recentemente fotografata, che si trova nel ghetto ebraico di Roma. L’obbiettivo del servizio fotografico – la richiesta del cliente – era quella di fotografare la struttura per quello che è, senza alterare le luci tramite particolari artifizi o ingrandire gli ambienti esagerando con il grandangolo. Ma di porla in modo tale da catturare l’attenzione di più clienti, valorizzando con l’inquadratura gli ambienti. Per farlo ho deciso di “scaldare” le aree organizzando dei piccoli set ad hoc. Molti potrebbero pensare che è facile avere un riscontro quando si ha a disposizione una struttura in una posizione così centrale, ma credetemi se dico che ogni struttura, anche la più semplice, può emozionare. E’ sufficiente avere buon gusto e una nota di creatività.

Quando si realizza un servizio destinato a Booking (o Expedia) è importante tenere conto di alcuni fattori fondamentali:

FOTOGRAFIE ORIZZONTALI

Sia Booking che Expedia hanno imposto nel tempo un loro specifico formato che non è quello delle comuni macchine fotografiche, ma più tendente al 16:9 cinematografico. Questo fa sì che tutte le fotografie realizzate e pubblicate debbano essere pensate in questo formato così da evitare eventuali spiacevoli tagli in fase di pubblicazione. Un’altra cosa di cui tenere conto riguarda gli scatti in verticale che, per i motivi di cui sopra, non sono di facile integrazione e – anzi – tolgono armonia alle schede online. Per questo è estremamente importante evitare di pensare gli scatti in verticale, ma solo in orizzontale.

IMMAGINI LUMINOSE, MA SENZA ESAGERARE

Tra le più grandi preoccupazioni del cliente quella di ricevere recensioni severe, nonostante l’impegno e la dedizione nel lavoro. La mia esperienza in tal senso mi impone di raccomandare sempre una certa veridicità nel ritrarre le strutture alberghiere. E’ corretto mostrare le camere da letto nel loro massimo splendore, magari simulando una luminosità piena, tipica dell’estate, ma è assolutamente vietato esagerare. Così come è assolutamente sconsigliato nascondere brutture o problemi, perché il cliente – rimanendo deluso – vi giudicherà di conseguenza. Un conto è un cavo da rimuovere con Photoshop per ottenere una fotografia più pulita, un altro è apparecchiare la camera con Champagne e Flûte (o fiori) che il cliente mai troverà nella stanza. Vietato illuminare a giorno una camera perennemente in ombra a causa di un cortile interno. Fotografare la realtà farà sì che i clienti, prenotando, saranno già mentalmente predisposti ad un’esperienza, senza il rischio di ritrovarsi tra le mani qualcos’altro – magari più deludente – finendo inevitabilmente per sfogare la loro frustrazione con una recensione negativa. Piuttosto – come nel caso di Arenula Suites – meglio utilizzare oggetti che tutti i clienti portano sempre con sé e che – quindi – rispecchieranno il loro potenziale soggiorno.

I FAMOSI CONSIGLI DI BOOKING

Non c’è cliente che non mi racconti di fantomatici “consigli” di Booking – per ottenere il 100% – riferiti alla qualità delle fotografie. Lasciatemi dire che si tratta di un mero giudizio “robotico” generato automaticamente dal software che valuta la grandezza dei files. Ma – attenzione – grandezza del files non significa qualità, bensì – tutt’al più – compatibilità con dispositivi retina o grandissimi monitor. Ciò di cui la vostra attività ha bisogno per vendere sono fotografie di qualità, quindi realizzate da un professionista. Il desiderio delle OTA di “traumatizzare” voi clienti con simili consigli nasce dall’esigenza di far capire che vendersi con fotografie fatte con il cellulare non è professionale. Perché nessun turista vi darà la fiducia che cercate in questo modo. E a pensarci bene noi stessi – per primi – siamo influenzati ogni giorno dalla percezione che abbiamo dei prodotti. Apple avrebbe avuto questo successo se si fosse pubblicizzata online con delle fotografie amatoriali? Io non credo.

Tutto questo ci ha portato infine al caricamento online del servizio fotografico che – sorpresa – ha portato ad un risultato concreto e immediatamente visibile.

Statistiche 2016

La struttura ha totalizzato nella prima settimana un aumento di visite del 37,33%, passando da 367 visite a 504 visite. La seconda settimana le visite sono salite ancora, raggiungendo le 899 visualizzazioni uniche con un aumento del 144,96%. La terza settimana ha visto un nuovo aumento a 1361 visite uniche con un aumento del 270,84%, mentre la quarta settimana le statistiche hanno segnato una discesa, ma facendo registrare pur sempre un risultato migliore rispetto alla base di partenza. In media – prendendo in considerazione le 4 settimane successive alla pubblicazione del servizio fotografico – c’è stato un aumento di visualizzazioni del 132,96%.

Un successo che conferma la tesi secondo la quale per aumentare le visualizzazioni su Booking è importante disporre di un servizio fotografico di qualità.

You may also like