COME UTILIZZARE LE SCHEDE DI MEMORIA

Un breve decalogo che garantisca alle vostre memory card una vita senza contrattempi

Qualsiasi professionista operativo in ambito fotografico non potrebbe farne a meno, ma benché SD e CF siano il pane quotidiano per moltissimi tra noi fotografi, accade spesso che – ignorando le istruzioni per l’uso – queste memory card finiscano per danneggiarsi precocemente. Per questo motivo ho deciso di tracciare un decalogo sul come utilizzare le schede di memoria senza commettere errori.

Formattate le nuove schede di memoria prime di utilizzarle

Tutte le nuove memory card sono pre-formattate dalle case madri. È importante che ri-formattiate le schede di memoria acquistate con la vostra macchina fotografica, così da inizializzare la memoria con il file system della vostra fotocamera. In questo modo sarà pienamente funzionante con la vostra macchina digitale ed eviterete problemi di compatibilità.

Preferite le schede di memoria più piccole a quelle più grandi

Ad oggi sono disponibili sul mercato schede dalle tantissime capacità di memoria. Le memory card da 4 a 64 GB si trovano tranquillamente in tutti i centri commerciali, ma su Internet ne trovate anche da 128 o 256 gigabytes. In realtà è importante che compriate una scheda appropriata all’utilizzo che ne farete, così da evitare problemi qualora una memory card si dovesse bruciare. Io – ad esempio – utilizzo solo quelle da 4, 8 e 16 gigabytes.

Memory-Card-SanDisk-Extreme-Pro

Evitate di riempire tutta la memory card

Ogni macchina fotografica utilizza uno schermo per comunicare quante fotografie rimangono da scattare. In realtà si tratta di un numero approssimativo che cambia a seconda di quanti dati un’immagine contiene. Quando realizzate una fotografia con la scheda di memoria piena rischiate di compromettere la scheda e per questo sarebbe preferibile lasciare sempre un paio di scatti di margine.

Estraete sempre in modo sicuro la scheda di memoria dal computer

Ogni computer, che sia un PC con Windows o un Mac, vi permette di “espellere” la scheda di memoria tramite un apposito comando. Utilizzatelo sempre, anche se avete disabilitato la cache di scrittura sul dispositivo tramite il sistema operativo o anche se vi hanno raccontato che le USB non hanno di questi problemi. Non fidatevi mai del vostro PC e proteggete nel modo più fiscale la vostra scheda di memoria da sbalzi di tensione e quant’altro.

Inserite la scheda di memoria nel lettore e poi il lettore nella USB

Quante volte vi è successo di piegare i dentini del lettore di schede cercando di inserire la memory card? Così facendo rischiate di compromettere la memory card con uno sbalzo di tensione. Per evitare questo problema prima inserite la scheda nell’apposito lettore e solo a quel punto collegate il lettore al computer.

Formattate la memory card invece di cancellare tutte le fotografie

La formattazione sta alla memory card come la batteria al litio sta al completo scaricamento della carica. Formattare una memory card serve, non solo a cancellare il contenuto della stessa, ma soprattutto a correggere eventuali errori del disco che si sono verificati durante l’ultimo utilizzo. Per questo è importante formattarla il più possibile, evitando di cancellare le singole fotografie.

Conservate le memory card in un luogo sicuro

Non abbandonate le vostre memory card nei meandri delle vostre borse, ma abbiate cura che i contatti sulle schede di memoria rimangano puliti e al sicuro da polvere. Utilizzate tasche, cofanetti e quant’altro esista di idoneo per conservare i vostri piccoli hard disk.

Spegnete la fotocamera prima di estrarre la scheda di memoria

Tutte le macchina fotografiche di ultima generazione continuano a garantire alla scheda di memoria l’energia necessaria per terminare la registrazione dei files anche dopo lo spegnimento. Ma se proprio volete essere sicuri meglio far concludere la memorizzazione delle fotografie e solo a quel punto spegnere la fotocamera.

Film-vs-Memory-Card

Utilizzate schede e lettori di memorie di qualità

Evitate nel modo più assoluto schede e lettori di memoria di scarsa qualità e/o di marche sconosciute. Benché tutti i dispositivi possano sembrare uguali vi assicuro che non è così. Affidate i vostri lavori esclusivamente a marchi riconosciuti e leader di settore che testano i loro prodotti prima di proporli sul mercato.

Io utilizzo da quasi 10 anni schede di memoria SanDisk e non ho mai avuto alcun problema (tra l’altro si tratta una delle poche azienda ad offrire gratuitamente un software di recupero dei files).

Fate attenzione alla batteria mentre usate le memory card

Evitate di sottoporre la memory card ad un calo improvviso di energia causato dallo scaricarsi di una batteria. Ciò potrebbe causare un danno ad un files o addirittura all’intera scheda. Per evitare questo problema “switchate” da una batteria all’altra spegnendo o estraendo momentaneamente la memory card.

Non usate la stessa scheda di memoria per tutte le fotocamere

Utilizzare la stessa memory card in macchine fotografiche differenti per anno o per marca può comportare un problema di compatibilità a causa di un file system diverso. Il mio consiglio è di fare sempre delle prove prima di iniziare a lavorare e/o informarvi prima, tramite Internet, su eventuali problemi di incompatibilità tra reflex realizzate in anni diversi.

Se riscontrate un problema smettete di scattare immediatamente

Nel caso in cui vi troviate ad affrontare una cancellazione involontaria o di un errore alla memory rimuovetela immediatamente dalla macchina fotografica. In questi casi è quasi sempre probabile la riuscita nel recupero dei files tramite appositi software. SanDisk ad esempio propone gratuitamente a tutti i suoi clienti RescuePro.

Aggiornate il firmware della macchina fotografica

Aggiornate sempre il firmware della macchina fotografica ad ogni nuova uscita. Nikon, Canon e le altre marche più note cercano sempre di prevenire problematiche legate alla comunicazione tra i dispositivi. Alcune di queste problematiche possono riguardare proprio l’interazione tra fotocamera e memory card.

Sostituite le vecchie schede di memoria con delle nuove

Nonostante la durata delle schede di memoria sia notevolmente aumentata nel corso degli ultimi anni (attualmente le memorie flash garantiscono circa 100 mila cicli di scrittura sulle memory card), c’è da dire che comunque l’ideale sarebbe cambiarle di tanto in tanto, magari approfittando degli sconti stagionali o di qualche Black Friday.

You may also like