Storie di fotografi tra Camera e Senato

Camera dei Deputati: spesi 126 mila euro in foto solo nel primo semestre 2015“. Così tuona l’articolo – scritto da Roberto Grazioli de Il Fatto Quotidiano il 24 luglio 2015 – che denuncia il pagamento di circa 120 mila euro per 6 mesi ai (due) fotografi ufficiali della Camera dei Deputati. Al di là dei classici toni scandalistici cui ci ha abituato nel tempo il quotidiano diretto da Marco Travaglio cercherò – in questo post – di indurvi in riflessione riguardo l’effettiva problematica relativa al costo di questi servizi fotografici. Può davvero un professionista – “per fare du’ foto” – costare così tanto?

Per riuscirlo a capire c’è da chiedersi – intanto – quanto numericamente importanti siano gli “incontri ufficiali della presidente Laura Boldrini e dei componenti dell’Ufficio di presidenza di Montecitorio, oltre che gli eventi che si organizzano nel Palazzo a cui la presidente ed il vertice della Camera prendono parte“. Difficile riuscire a capire l’impegno effettivo, ma possiamo farci un’idea consultando il sito della Presidente della Camera dei Deputati.

Screenshot agenda, Laura Boldrini

Siamo a luglio e l’agenda non è molto fitta, ma si suppone che gli appuntamenti possano andare da uno a cinque al giorno (a pieno regime). In generale comunque è evidente come l’incaricato debba essere disponibile sempresenza vincoli di orari e con attrezzatura a seguito. Ma qual è il vero costo di un libero professionista per una giornata lavorativa dalle 9 alle 18? Il compenso può variare da professionista a professionista, ma a prezzo intero – un fotografo di eventi – può costare intorno ai 700€ + IVA. Naturalmente non si parla di una cifra sparata a caso, ma di un preventivo realistico di un professionista della fotografia con tanto di partita iva, attrezzatura, computer, sistemi di backup e con buona probabilità di un’assistente che gestisca l’archivio fotografico.

Ma andiamo avanti: quanto lavora un fotografo con una mansione così impegnativa? Cinque, sei o sette giorni la settimana? Considerando gli impegni di personaggi pubblici tenderei a propendere più per la settimana intera (quindi anche il week end), ma ipotizziamo lavori solo 5 giorni a settimana.

700€ al giorno per 22 giorni al mese (esclusi sabati e domeniche) = 15.400 euro

15.400 euro per 6 mesi = 92.400 euro

Un libero professionista realizzerebbe un preventivo di 92.400 mila euro. Ma allora di che ci si lamenta? Qual è la vera retribuzione di queste persone? Facciamo il ragionamento inverso e cerchiamo di capire qual è l’effettivo guadagno dei fotografi della Camera dei Deputati.

60.000 euro in 6 mesi = 10.000 euro al mese

10.000 al mese in 20 giorni = 500 euro al giorno

Sono o non sono – 500 euro lordi al giorno – un compenso lecito per un professionista che lavora per una tra le più importanti istituzioni pubbliche italiane? La risposta – a mio avviso – è assolutamente no. Per un lavoro altamente specializzato – la fee – benché forfettaria dovrebbe sicuramente essere più alta. Ma allora – Il Fatto Quotidiano – di che si lamenta concretamente? C’è o non c’è uno scandalo dietro questa storia?

Certo che c’è, ma di ben altra sostanza. Pare infatti che il Senato della Repubblica abbia rinunciato ai suoi fotografi professionisti, decidendo di affidare a due commessi appassionati di fotografia il ruolo di fotografi ufficiali del Senato. Quale peggior inequivocabile segno che il mestiere del fotografo stia affrontando una tra le peggiori stagioni della sua storia? Senza dimenticare poi che già in un post precedente avevo espresso grandissimi dubbi nel modus operandi dello Stato nell’affrontare la ricerca dei fotografi professionisti per la Camera dei Deputati.

Ma la curiosità – giunti a questo punto della storia – è troppo forte. Fotografi professionisti vs. fotografi improvvisati. Pop corn alla mano, non ci resta che chiederci: chi sarà il più bravo? E visto che ci siamo perché non mettere sulla stessa bilancia le fotografie provenienti dal Quirinale? La sfida è tosta, ma a voi il giudizio. E buon divertimento!

Sfoglia l’album della Camera dei Deputati

Sfoglia l’album del Senato della Repubblica

Sfoglia l’album del Quirinale

You may also like