INTERVISTA A BRUNO TAMIOZZO

Bruno Tamiozzo è un fotografo italiano. Si occupa di reportage e lo fa con straordinario talento. Interessato al suo lavoro in giro per il mondo – tra Africa e India – e alla sua genuina curiosità ho deciso di intervistarlo.

“Quel che rende grande o importante un’opera è ciò che si nasconde dietro, dentro colui che l’ha creata, modellata, e resa fruibile al mondo intero”

La tua ricerca ti porta spesso fuori dall’Italia. Come affronti la partenza in relazione al reportage che ti preponi di realizzare? E’ più importante tracciare prima un percorso fotografico oppure ti affidi alle persone del posto – una volta arrivato – per capire che storie potresti raccontare?

Prima di partire di solito mi informo sui possibili lavori da poter realizzare. Cerco – tramite Internet –  informazioni riguardanti la popolazione, la storia e quanto altro ancora possa perlomeno schiarirmi le idee su quel che troverò. Passata questa fase cerco contatti direttamente nel posto in cui andrò a lavorare. Preferisco di gran lunga trovarmi direttamente sul luogo e comprendere le situazioni per realizzare ogni mio lavoro, solo in questo modo posso sentire e vivere la situazione, renderla in breve tempo – per quanto difficile – mia.

Leggi