STORIE DI FOTOGRAFI TRA CAMERA E SENATO

Camera dei Deputati: spesi 126 mila euro in foto solo nel primo semestre 2015“. Così tuona l’articolo – scritto da Roberto Grazioli de Il Fatto Quotidiano il 24 luglio 2015 – che denuncia il pagamento di circa 120 mila euro per 6 mesi ai (due) fotografi ufficiali della Camera dei Deputati. Al di là dei classici toni scandalistici cui ci ha abituato nel tempo il quotidiano diretto da Marco Travaglio cercherò – in questo post – di indurvi in riflessione riguardo l’effettiva problematica relativa al costo di questi servizi fotografici. Può davvero un professionista – “per fare du’ foto” – costare così tanto?

Leggi
LA PINETA DEI LIBERTI #6

LE “FERIE” DEL FOTOGRAFO PROFESSIONISTA

Il mese di agosto – per buona parte degli addetti ai lavori – è sinonimo di ferie. Per noi fotografi – nonché liberi professionisti – si tratta del momento perfetto per approfittare delle pause altrui, cioè dei clienti, per poter concentrare tutte le attenzioni sulle attività complementari al nostro lavoro quotidiano, ma che – per un motivo o per un altro – non siamo riusciti ad approfondire durante l’anno. Vi parlo di fattori che ci permetteranno di lavorare più e meglio durante i mesi invernali, accrescere la qualità della nostra offerta e/o più semplicemente guadagnare di più.

Leggi
SIMON HOTEL #6

FOTOGRAFIA COMMERCIALE: ISTRUZIONI PER L’USO

Il magico mondo di Internet è fonte inesauribile di tutorial sulla fotografia e noi – da bravi autodidatti – ne siamo sempre andati matti. Sin dai tempi della carta – i classici libri di fotografia – fino ai più moderni corsi su YouTube, la rete è diventata una fonte preziosissima per gli approfondimenti più specifici.

Benché non ci sia nulla da perdere (spesso) la maggior parte delle guide trovate in rete però risentono di un paio di problematiche che – una volta maturata una certa esperienza – si rivelano poco trascurabili.

Leggi

THE FORK PUNTA SULLA FOTOGRAFIA PROFESSIONALE

Comunicare su Internet – farlo nel modo migliore – comporta necessariamente un importante investimento nella fotografia. Proprio un paio di settimane parlavo di quanto fosse diventato importante – sulle schede di Google My Business – l’aspetto fotografico e di come Google stia cercando di far capire ai propri utenti l’impatto che le immagini hanno sui potenziali clienti. Ciò di cui parlerò in questo post – vedrete – tenderà a ribadire quanto detto, seppur in chiave esclusivamente rivolta al settore della ristorazione, con TheFork.

Leggi

CARO CLIENTE, NON AVERE PAURA DI DIRMI IL TUO BUDGET!

Ancor prima di scegliere il professionista più adeguato alle vostre esigenze finirete col meditare sui preventivi sopra al vostro tavolo. Ma sulla base di cosa, questi preventivi, sono stati realizzati? Come avrà fatto il fotografo a capire che tipi siete? E ancora, come sarà riuscito ad intuire quanta attenzione pretendete in fase di scatto o in post produzione? Come avrà fatto a capire che destinazione d’uso avranno queste immagini, sito Web, brochure o social network?

In Italia purtroppo non è uso comune indicare il budget, salvo poi concedersi il solito silenzio post-preventivo. Tanta diffidenza, spesso ingiustificata, a rendere tutto più complicato. Ma quanto sarebbe più semplice giocare a carte scoperte? Vediamo perché.

Leggi
Fatti trovare su Google Maps

GOOGLE MY BUSINESS SCOMMETTE SULLA FOTOGRAFIA

Google My Business scommette sulla fotografia. A Mountain View sembrano aver finalmente capito che “una fotografia vale più di mille parole“. Da un anno a questa parte ci eravamo già resi conto di un cambiamento in corso. Mi riferisco all’introduzione in Google My Business della possibilità di richiedere direttamente un servizio fotografico professionale ai fotografi certificati – tramite il servizio Street View – che, per chi non lo sapesse, permette la realizzazione di un virtual tour con tecnologia virtualtour all’interno della propria azienda. Segno inequivocabile che Google avesse già intenzione – già nel 2012 – di far capire una volta per tutte quanto fosse importante proporsi nel modo giusto ai propri clienti, cioè mostrando la propria attività tramite le immagini.

Ma i programmi “fotografici” di Google per le aziende non si fermano qui e – proprio recentemente – si è deciso di dare un’ulteriore accelerata introducendo un nuovo sistema di gestione delle fotografie all’interno di Local+, le fan page di Google. L’intenzione – evidentemente – è proprio quella di far capire quanto sia rilevante l’inserimento delle fotografie nei propri profili.

Leggi
Fotografo per il matrimonio: come scegliere

FOTOGRAFO PER IL MATRIMONIO: COME SCEGLIERE?

Scegliere il fotografo adatto al matrimonio è sempre causa di ansia per la coppia di fortunati sposi. Tante le variabili a determinarne la valutazione, ma ancor più numerosi i vincoli dettati spesso dalle tariffe dei rispettivi professionisti.

Eppure – per quanto la ragione possa portare a pensare che un prezzo più alto possa voler significare una banale esagerazione – spesso l’indice di valutazione economico tende a sottolineare esattamente la caratura del fotografo professionista che andrete ad assoldare per la vostra cerimonia. E questo perché lui stesso –  per poter lavorare – ha scelto per se un prezzo consono a quello che offre considerando quelle che sono le leggi del mercato nel suo settore. Queste sono determinate non solo dal livello di attrezzatura in dotazione, ma soprattutto dall’esperienza e dalla percentuale di riuscita del servizio fotografico. In poche parole un prezzo medio alto è spesso sinonimo di garanzia di riuscita del servizio fotografico stesso.

Leggi
SKRWT per iPhone

CORREZIONE DELLE PROSPETTIVE SU IPHONE: SKRWT

Per anni l’abbiamo pensata, sognata e bramata, ma mai nessun developer si era ancora tuffato nell’impresa di realizzare un’app che ci aiutasse a risolvere il problema delle linee prospettiche su iPhone. Quante volte avete rinunciato a pubblicare una fotografia o peggio fotografare una scena, consapevoli del tragico risultato finale? Tante, lo so. Da oggi però – grazie a SKRWT – la musica è cambiata.

Leggi
Eyes Hopes di Fabio Moscatelli

INTERVISTA A FABIO MOSCATELLI

Fabio Moscatelli è un fotografo romano che ha fatto del reportage la sua missione. Ho deciso di conoscerlo dopo aver letto – per caso – un suo commento su Facebook. Conquistato dal suo straordinario talento ho deciso di intervistarlo.

“Se sapessi raccontare una storia con le parole non avrei bisogno di trascinarmi dietro una macchina fotografica”

Ciò che più mi ha sorpreso del tuo modo di fotografare è stata la grande vicinanza ai soggetti delle tue storie. I progetti che ho potuto ammirare testimoniano un’importante maturità nel muoverti in contesti non semplici. Sei sempre lì, in primo piano, costantemente presente, pronto a cogliere le sfumature. Come ci riesci?

In questo mi aiuta molto il mio carattere. Ho una certa facilità di approccio con le persone ed anche una certa sfrontatezza pur sempre rispettosa. Partendo da questa considerazione tutto diventa fotograficamente più semplice. Sono orgoglioso e soprattutto felice di poter dire che quasi tutti i soggetti fotografati fino ad oggi possa chiamarli amici.

Leggi