Duet Display App

IPAD COME SECONDO SCHERMO SU MAC: DUET

Chiunque frequenti un montatore video o un fotografo sufficientemente esperto in post produzione sa quanto imprescindibile sia la presenza di un secondo schermo per la realizzazione di certi progetti. Poter avere a che fare con un desktop il doppio più grande non solo consente una maggiore libertà nello spazio, ma soprattutto di poter dislocare meglio le finestre, garantendo dunque una maggiore produttività.

Rahul Dewan lo sapeva bene e – di certo – nei suoi 3 anni passati a Cupertino, lavorando su iPad ed iMac, deve averlo sfiorato più volte l’idea di creare una simile possibilità tra i devices. Ma si sa: ‘Mamma Apple’ non sempre è accondiscendente alle idee “aperte”, così è solo una volta fuori dalla mela che Rahul è riuscito a mettere in pratica la sua idea: Duet.

Leggi
VSCO Grid

VSCO: LA STORIA DIETRO L’APP

Alzino la mano quanti tra voi han deciso di abbandonare gli oramai vetusti filtri di Instagram a favore dei ben più intriganti di VSCO. Ma qual è la storia che si cela dietro l’app più hipster di sempre? Chi l’ha ideata? Una cosa è certa: chi se li immaginava barbuti, tatuati e dalla tipica allure da artisti si sbagliava di grosso, ma partiamo dall’inizio.

Leggi
Fotografare con l'iPhone: Manual app per iPhone

FOTOGRAFARE CON IPHONE: MANUAL

Fotografare con l'iPhone: Manual app per iPhone

A quanti di voi è capitato di trovarsi in giro, magari davanti una bella scena da fotografare, ma senza riuscire ad ottenere un buon risultato a causa dei limiti del proprio cellulare? L’iPhone è uno smartphone fantastico, ma dal punto di vista fotografico il sistema operativo di Apple non ha mai brillato. Calcolo dell’esposizione poco preciso, ISO che aumentano anche quando non vorreste e tanti altri difetti lo rendono un sistema poco affidabile.

Leggi

COME RISPONDERE AD UN ANNUNCIO DI LAVORO (CREATIVO)

L’esigenza di tracciare un decalogo su come dovrebbe essere una risposta ad un annuncio di lavoro “creativo” nasce da un’esperienza personale che mi ha coinvolto. E’ bastato poco per rendermi conto del perché molta gente non riesca a trovare lavoro e ancor più del perché moltissima gente non riceva alcuna risposta alle mail, ma andiamo per ordine.

Qualche tempo fa ho pubblicato un annuncio tramite il quale manifestavo la necessità di trovare una persona (operatore/montatore video) che mi affiancasse per un lavoro retribuito in uno specifico ambito (congressi). Considerando il periodo di magra che stiamo vivendo in Italia mi aspettavo già una buona risposta, ma mai avrei pensato che sarei stato sommerso da candidature inservibili rispetto a ciò che cercavo. 

Leggi

DISALLINEAMENTO OTTICO NIKKOR 14-24mm NON COPERTO DA GARANZIA NITAL

Ad ogni acquisto è sempre la solita storia. L’indecisione nella scelta tra la garanzia italiana (offerta da Nital) e quella europea è costante negli anni. “Sarà meglio spendere 300 euro in più per usufruire di un’eventuale assistenza italiana oppure andare al risparmio ed optare per un prodotto europeo?“. E ancora “meglio spedire un prodotto a Torino o da qualche parte in Europa?“. Questi dubbi hanno attraversato la testa di ciascuno di noi, più e più volte, ma mai come oggi la mia sicurezza in tal senso è venuta a mancare.

Leggi

LA MIA (NON) GUIDA A INSTAGRAM

Instagram, chi più chi meno, lo usiamo un po’ tutti. Si tratta di un social network basato sulle immagini. Poche funzionalità, ma tanta visibilità. Il motivo che mi ha spinto ad approfondire la mia conoscenza su Instagram è stato l’iscrizione agli Instagramers Awards 2014, una sorta di selezione dei profili più interessanti in circolazione.

Ciò di cui mi sono presto reso conto è quanto inopportunamente le persone utilizzino questo strumento. Pessime fotografie, richieste imploranti di likes (o followers) e hashtag sbagliati la fan da padrone. Per fortuna Instagram non è solo questo. Anzi, la logica spesa dietro questo programma è più social di quanto immaginiate. Ma andiamo per gradi.

Leggi

IL CLIENTE NON HA SEMPRE RAGIONE

Noi fotografi lo sappiamo bene. Prima o poi succede a tutti. Bastano pochi anni per iniziare a collezionare clienti per i quali mai più vorrai lavorare. Clienti per i quali la tua opera potrebbe essere paragonata a quella di un operaio alla catena di montaggio. Mestiere in cui ciò che conta è la manodopera. Nessuna richiesta di creatività o sensibilità artistica.

Servizi fotografici in cui devi limitarti a fare solo ciò che dicono, dalle inquadrature alla disposizione degli oggetti. Perché per loro sei quello che scatta la fotografia, ma al resto ci pensa il cliente. Il tuo lavoro consiste nel portare la macchina fotografica, flash e stativi, ma il ragionamento non è richiesto.

La creatività, ammessa che si possa chiamar tale, è firmata da loro. Non sei che un mero esecutore della volontà altrui. E non importa se ciò che a loro piace non corrisponda allo standard fotografico in essere. Se piace al cliente tutto può andare bene. Dalla fotografia totalmente bruciata a quella totalmente distorta dal grandangolo. Non è importante.

Leggi
TEDxRoma, fotografie di Giulio Riotta

FOTOGRAFARE UN EVENTO: IL TEDXROMA

Una fotografia, ancor prima d’esser fatta bene, deve saper raccontare qualcosa. Lo recita spesso Benedusi sul suo blog e mai più di oggi mi ritrovo in simbiosi con questa affermazione.

Di questi tempi si investe sempre meno nella fotografia per eventi. Si crede di poter utilizzare come fotografie istituzionali quelle realizzate con i propri smartphone o addirittura improvvisarsi fotografi con le proprie reflex consumer sparando il flash incorporato.
Fotografare un evento può sembrare semplice, ma lo non è. Si potrebbe paragonare alla fotografia di matrimonio per complessità. Ci si ritrova a scattare velocemente fotografie grandangolari, ritratti, dettagli, macro e tanto altro.

Per farlo al meglio occorre:

  • Un’attrezzatura adeguata che permetta la gestione di alti ISO (nella maggior parte dei casi vi salveranno la vita), quindi un parco obiettivi luminosi (F/2.8);
  • Una totale padronanza e familiarità verso l’attrezzatura e gli strumenti di post produzione;
  • Documentarsi sull’evento e seguirlo con passione;
  • Spirito d’osservazione. I dettagli fanno la differenza.

Leggi